Sicurezza informatica, controllare un link

Come controllare un link prima di aprirlo

scritto da Giacomo Bellisi

Abbiamo visto in un articolo recente come cancellarsi da una newsletter e tenere la propria casella sgombra da messaggi indesiderati. Spesso questi messaggi contengono dei link, se non siete sicuri al 100% del mittente, non cliccateli!

Il seguente metodo, semplicissimo, vale sia per i link all’interno della vostra casella email sia per tutti gli altri link in giro per internet ⛵

Per controllare un link basta passare il mouse sopra e, in basso a sinistra sul nostro browser, comparirà il link di destinazione.

Una volta davanti al link la prima cosa da verificare è il dominio, ovvero la parte di un link che precede subito l’estensione.

Esempio: ilcuscinodellasuocera.it

Se il dominio non corrisponde al reale dominio del sito che dovrebbe avere, possiamo già essere sicuri che quel link non proviene da una fonte attendibile e quindi è bene non clickarci su.

Spesso vengono utilizzati domini simili ma non esattamente uguali al dominio reale, in modo da ingannare i più disattenti.

Esempio: ilcsucin0dellasoucera.it

L’anteprima del link in basso a sinistra è nel 90% dei casi sufficiente, ma a volte il link è troppo lungo perché il browser lo visualizzi per intero, quindi il metodo più sicuro è il seguente:

  • Tasto destro sul link
  • Copia indirizzo link (varia da browser a browser, ma è sempre molto simile)
  • Incollare su un blocco note, in modo da poter controllare il link per intero senza rischiare di clickarci.

Esistono dei servizi che abbreviano i link, in modo da renderli più semplici da utilizzare, ma, di contro, ad un primo colpo d’occhio, rendono impossibile capire quale sarà la loro landing page (n.d.r. pagina di destinazione).

Per fare un esempio ho utilizzato alcuni dei più comuni servizi di accorciamento url sull’homepage del nostro Blog (non c’è bisogno di cliccarli, ma potete utilizzarli per sperimentare quanto imparato).

https://goo.gl/RXGJjN

http://bit.ly/2rpsJDy

http://tinyurl.com/ydeg4bod

Esistono dei siti che scompattano l’url, facendoci vedere qual’è il link originale. Sono tutti molto semplici da utilizzare e cercando su google se ne trovano tantissimi. Qui ne segnalo due tra i più veloci e facili da utilizzare:

  • Il redirect checker di websiteplanet che restituisce i percorsi di redirect di un link, indicandone anche i codici di reindirizzamento.
  • Unfurl, che, oltre all’url decompresso, restituisce anche altre informazioni che gli smanettoni possono trovare interessanti come l’elenco degli script usati nella pagina e il certificato SSL, ma non è questo il blog giusto per parlarne e dilungandosi troppo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo, non costa nulla e ci aiuta molto 😉

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione di alcuni tuoi dati. Per maggiori informazioni fai riferimento alla nostra Privacy Policy.